Annunci

Bronte, valida iniziativa culturale

Inviato da iPhone

Annunci
Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

MARSALA WINE at CHRISTMAS TIME programma 15-16-17 dicembre 2017.pdf . Parteciperà l’azienda brontese Tipici & Food

image.jpg
Inviato da iPhone

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Bronte, Piazza Piave

Inviato da iPhone

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

L’omicidio di Ramacca

RAMACCA – Un corpo martoriato dalle coltellate, denudato e legato, l’altro con la testa quasi recisa. Filippa e Lucia Mogavero sono state assassinate brutalmente. La scena del crimine è inquietante e la furia omicida di Gianluca Modica non ha lasciato scampo; alla fine, pressato dalle domande degli inquirenti, ha confessato tutto.

La mano di uno dei carabinieri, che è intervenuto dopo l’omicidio, trema leggermente quando descrive cosa hanno trovato. Lucia è stata sgozzata, le è stata recisa la trachea, entrambe le sorelle hanno subìto coltellate profonde.

L’INFERNO – Si sarebbe appostato nella piazza Margherita che conosceva bene, perché lì, nel cuore di Ramacca, spacciava ed era stato arrestato nel 2015. I carabinieri lo hanno riconosciuto subito, guardando i filmati di video sorveglianza, camminava tranquillo incappucciato con un giracollo che gli copriva parzialmente il volto.

Gli attimi che precedono l’omicidio sono lunghissimi, Gianluca Modica sale sul tetto di un vicino delle due sorelle, si apposta, poi accede nell’appartamento. Cerca soldi. Le due anziane lo hanno scoperto, ma non erano in grado di opporre resistenza. Forse una di loro ha gridato, nessuno ha sentito, ma qualcosa nella mente di Modica ha lasciato spazio alla ferocia.

Prima le coltellate con un’arma che non è stata ancora ritrovata, una delle sorelle, Lucia, è stata denudata e legata a una sedia. Il procuratore Giuseppe Verzera spiega che sono state “seviziate”, non sessualmente, ma torturate. L’omicida voleva i soldi. Il bottino è stato magro, appena 200 euro, voleva proprio 200 euro.

INCASTRATO – A incastrare Gianluca Modica è stata la suola di una delle sue scarpe, rimasta sulla scena del crimine. I carabinieri l’hanno ritrovata inzuppata di sangue, forse il killer si era tolto le scarpe, per non lasciare tracce. Ma resta al vaglio degli inquirenti anche un’altra ipotesi: e cioè che l’indagato abbia preso a calci le anziane, fino a perdere la suola.

IL RITROVAMENTO – Dopo l’analisi dei filmati, è scattata la perquisizione dell’abitazione di Gianluca Modica, lì il giovane spacciatore non c’era. I carabinieri lo hanno scovato a casa di amici e parenti. I vestiti indossati durante l’omicidio erano stati già lavati, solo grazie ai reagenti è stato possibile documentare che erano intrisi di sangue. Anche le calze erano insanguinate: Modica le aveva messe tra i panni da lavare.

Un’operazione “brillante”, ha detto il procuratore capo di Caltagirone Verzera, in poche ore l’omicida è stato incastrato grazie al lavoro dei carabinieri. Ramacca è ancora sotto choc, perché tutti conoscevano quel giovane spacciatore che in un attimo è diventato un feroce assassino. Per 200 euro.

TORNA SUL LUOGO DEL DELITTO. Gianluca Modica dopo avere ucciso nella prima mattinata di ieri le sorelle Mogavero nel pomeriggio era in piazza Margherita, davanti la casa delle due donne, mischiato tra i curiosi. Lo hanno ripreso alcuni sistemi di videosorveglianza che lo inquadrano mentre fuma. Probabilmente, spiegano i carabinieri, essendo un frequentatore abituale della piazza, in passato oggetto di un’operazione antidroga, ha preferito che non si notasse la sua assenza.

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Bronte, presepe a San Giuseppe

Inviato da iPhone

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Agevolazioni finanziarie per aziende agricole

Inviato da iPhone

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Adrano, nuove tecniche per la manutenzione del bancomat

Inviato da iPhone

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Attenzione

Inviato da iPhone

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Avviso a tutti gli artigiani

Inviato da iPhone

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Bel video


Inviato da iPhone

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: