CORONAVIRUS AGGIORNAMENTI AL 10 MARZO 2020

AGGIORNAMENTO MISURE URGENTI DI CONTENIMENTO DEL CORONAVIRUS – Il Presidente del Consiglio dei Ministri ha esteso ALL’ INTERO TERRITORIO NAZIONALE le misure restrittive con il D.P.C.M. del 09.03.2020.

  • ATTIVITA’ DI RISTORAZIONE E BAR
    sono consentite le attività dalle 6:00 alle 18:00.
    (obbligatorio mantenere distanza di sicurezza interpersonale di almeno 1 metro).
  • ESERCIZI COMMERCIALI DIVERSI DA RISTORANTI E BAR – Il gestore deve garantire l’accesso ai predetti luoghi con modalità tali da evitare assembramenti di persone e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza di sicurezza interpersonale.
    IN PRESENZA DI CONDIZIONI STRUTTURALI O ORGANIZZATIVE CHE NON CONSENTANO IL RISPETTO DELLA DISTANZA DI SICUREZZA INTERPERSONALE DI UN METRO, LE RICHIAMATE STRUTTURE DOVRANNO ESSERE CHIUSE;
  • sono CHIUSE, nelle giornate festive e prefestive, le medie e grandi strutture di vendita, nonché gli esercizi presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati (nei giorni feriali obbligatorio mantenere distanza di sicurezza interpersonale di almeno 1 metro);
  • LA CHIUSURA NON E’ DISPOSTA PER FARMACIE, PARAFARMACIE E PUNTI DI VENDITA DI GENERI ALIMENTARI (obbligatorio garantire distanza di sicurezza interpersonale di almeno 1 metro).
  • SONO SOSPESE MANIFESTAZIONI, EVENTI, SPETTACOLI di qualsiasi natura, sia che si svolgano in luogo pubblico che privato;
  • SONO SOSPESE LE COMPETIZIONI SPORTIVE DI OGNI ORDINE E DISCIPLINA;
  • SONO SOSPESE LE ATTIVITÀ DI PALESTRE, CENTRI SPORTIVI, PISCINE, CENTRI NATATORI, CENTRI BENESSERE, CENTRI TERMALI, CENTRI CULTURALI, CENTRI RICREATIVI, PUB, SCUOLE DI BALLO, SALE GIOCHI, SALE SCOMMESSE E SALE BINGO, DISCOTECHE E LOCALI ASSIMILATI;
  • SONO SOSPESE LE CERIMONIE CIVILI E RELIGIOSE, IVI COMPRESE QUELLE FUNEBRI.
  • RIDURRE AL MINIMO GLI SPOSTAMENTI DELLE PERSONE FISICHE AI CASI STRETTAMENTI NECESSARI (LAVORO, SALUTE, ACQUISTO BENI DI PRIMA NECESSITÀ).

Si ribadisce l’obbligo per chiunque, nei 14 giorni antecedenti la data dell’8 marzo 2020, abbia soggiornato all’estero in zone a rischio o, in Italia, abbia sostato e/o transitato nelle zone rosse HA L’OBBLIGO DI COMUNICARE TALI CIRCOSTANZE AL COMUNE, ALL’ A.S.P. ED AL PROPRIO MEDICO CURANTE.

Invito tutti a prendere visione del decreto integrale, al fine di poter approfondire tutti i provvedimenti sia di carattere generale e che settoriale.

Confido nel senso di responsabilità di tutti i miei Concittadini e sono certo che Bronte farà la propria parte.
Garantiamo la nostra salute e quella dei nostri cari.

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com. Tema: Adventure Journal di Contexture International.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: