Archivi del mese: Dicembre 2015

Dispiace dare questa amara e triste notizia. E’ ritornato alla casa del Padre l’On Turi Leanza, ex Sindaco di Bronte, ex assessore regionale nonché Vice Presidente della Regione Siciliana. Ciao Turi. Domani 02/01/2016, in Chiesa Madre a Bronte, alle ore 15.30 saranno celebrati i funerali

Im14a6

images210

vx8bk

Salvatore Leanza

Salvatore Leanza

 

 

 

 

dottore in giurisprudenza, imprenditore, è nato a Bronte il 20 set­tembre 1947, dove è stato Consigliere comunale e vice sindaco negli anni 1980 e 1981.

Il 16 Giugno 1991 è stato rieletto nell’XI legislatura all’Assemblea Regio­nale Siciliana nel collegio di Catania (lista Unità Socialista – PSI), con 40.197 voti di preferenza su 77.548 di lista (percentuale 51,83).

Già deputato della IX e della X legislatura, eletto sempre nel PSI, rispettivamente con 11.765  e 30.412 voti di preferenza.

E’ stato componente dell’Assemblea nazionale e del Comitato regionale del PSI, Presidente nazionale della Cantus (Cassa Nazionale per il Turismo Sociale e Culturale), Vice-Presidente del Quarit (Consorzio Nazionale per la promozione dell’Arti­gianato di qualità) e componente il Cer (Comitato Edilizia Residenziale) in rappresentanza della Regione siciliana.

Nella IX legislatura (21.6.1981 / 1.5.1986) è stato segretario del gruppo parlamentare del Partito Socia­lista Italiano, componente della VI Commissione legislativa permanente, e segretario della Commissione speciale per i rapporti tra la Regione e la Comunità Economica Europea.

Nella X legislatura (22.6.1986 / 1.5.1991), è stato (44° Governo) assessore alla Cooperazione, commer­cio, artigianato e pesca e Vice Presidente della Regione, componente della VI Commis­sione legislativa permanente, della Commissione CEE e Vicepresidente della VII Commissione legislativa permanente.

Nella XI legislatura è stato Assessore regionale per i lavori pubblici (45° Governo).

Salvatore Leanza è stato anche Presidente provinciale dell’ARCI (Associazione Ricreativa Cultu­rale Italiana) negli anni 1979-’81 e Vice Presidente regionale nel 1982, componente il direttivo provinciale della Lega Cooperativa e Mutue (dal 1974 al 1981), Presidente del Comitato Provin­ciale di Catania dell’ A.N.L.A. (Associazione Nazionale Lavoratori Anziani) ed ideatore del Premio Internazionale «De Aetna», che per parecchi anni si svolse a Bronte presso il Castello Nelson.

«Salvatore Leanza, certamente è stato uno dei grandi poli­tici di Bronte. Ha ricoperto le cariche di consigliere comu­nale, vice sindaco, deputato regionale, assessore regio­nale e vice presidente della Regione.

Nel PSI è stato nominato componente dell’Assemblea na­zionale e segretario del gruppo parlamentare del Partito. Da assessore alla Cooperazione, commercio, artigianato e pesca, nella X legislatura regionale, ov­ve­ro negli anni dal 1986 e 1991 ed in quella successiva da As­sessore re­gio­nale ai Lavori pubblici contribuì a far arri­va­re a Bron­te numerosi finanziamenti.
Da sindaco recuperò il finan­ziamento del nuovo Mercato coperto di via Mosè ed insieme con me si batté per la rea­liz­zazio­ne della Pina­coteca del Collegio Capizzi, di cui da asses­sore regio­nale aveva predisposto il finanzia­mento, poi decretato dal compianto presidente della Regione Vin­cenzo Lean­za.

Da non dimenticare l’im­pegno per la costruzione del Cen­tro Sociale con annes­sa Chiesa di Sant’Agata nel quartiere Sciarotta, i lavori di ristrut­tu­razione del Ca­stello Nelson, lo scavo del secondo pozzo Musa.
Turi Leanza da sindaco dimo­strava con tenacia il suo gran­de attaccamento a Bronte.
Egli è sempre stato un avversario politico che si tra­sfor­ma­va in un efficace alleato quando si doveva otte­nere qualco­sa per Bronte.»

(Pino Firrarello, Bronte, il paese della mia vita, 2015)

 

«Vorrei ricordare – ci ha scritto lo stesso Salvatore Leanza – il mio impegno politico negli anni Novanta quale Vice Presidente della Regione Siciliana a favore della comunità brontese, avendo fortemente contribuito da Assessore Regionale alla Cooperazione Artigianato Commercio e Pesca al poten­ziamento della Zona artigianale del SS. Cristo nonchè alla costruzione del nuovo Mercato coperto di via Mosè, e da Assessore Regionale ai Lavori Pubblici ai finanziamenti per lo scavo del primo pozzo Musa, per la realizzazione della Pinacoteca del Collegio Capizzi e per la costruzione del Centro Sociale con annessa Chiesa di Sant’Agata nel quartiere Sciarotta. Tutte opere che si aggiungono ad altre numerose, alcune precedenti la mia carica assessoriale, quali il finanziamento del depuratore comunale, il rifacimento di numerose Chiese prima fra tutte il restauro del Santuario della Madonna Annunziata e l’avvio dei lavori di ristrutturazione del Castello Nelson.»

Turi Leanza si è allontanato dalla politica con la fine della così detta “Prima Repubblica” (1992, con il dissolvimento, anche a Bronte, dei due maggiori partiti politici, la Democrazia Cristiana ed il Partito Socialista) e con la «rivoluzione» che ha visto la magistratura incriminare tanti politici, compreso lui, che dal Tribunale successivamente è stato riabilitato ed assolto dai reati che gli erano stati contestati.

Le elezioni comunali del Giugno 2002 hanno visto il suo ritorno alla politica attiva e la sua inaspettata elezione a sindaco di Bronte con una coalizione di liste civiche di sinistra.

La sindacatura di Leanza non ha avuto però vita felice ed è stata  breve: il Consiglio comunale (dove l’opposizione, la CdL, poteva contare su una maggioranza di 14 consiglieri su 20), il 23 ottobre 2004, ha votato una mozione di sfiducia (con quindici voti a favore), rimandando tutti a casa (Sindaco e Consiglio) ed i brontesi alle urne.

Salvatore Leanza, presentatosi in una coalizione di centro-sinistra nelle successive elezioni comunali del maggio 2005, non è stato rieletto (ha preso solo il 23,82% dei voti). Cinque anni dopo, nel maggio 2010, si ancora candidato a sindaco di Bronte ma i brontesi gli hanno dato solo 974 voti (il 7,64%).

0

Composizione e deleghe della Giunta Leanza

al 23 Ottobre 2004 (11)

Sindaco

SALVATORE LEANZA

Deleghe che il sindaco ha tenuto per se: Affari Generali, Urbanistica e Territorio, Programmazione, Protezione Civile, Polizia Urbana ed ogni altra materia non espressamente delegata agli assessori

Salvatore Leanza è stato eletto sindaco in una coalizione di Centro-sinistra (“Ulivo”) nelle elezioni comunali del 9/10 Giugno 2002.

Ha superato al ballottaggio il candidato della Casa delle libertà, l’avv. Nunzio Calanna con 6.204 voti (54,74%). Al primo turno Leanza aveva raggiungo il 30,38% (3.796 voti).

Pochissimi però i consiglieri della sua coalizione che è riuscito a portarein Consiglio comunale, appena 6. L’altra coalizione, quella della CdL, infatti, al 1° turno ha raggiunto il 60,47% prendendo 14 consiglieri su 20.

La Giunta nel mese di Giugno 2002

Da sinistra, Nino Leanza(5), Antonello Caruso(4), Francesca Reale(1), Salvatore Leanza, Sara Costanzo(7), Vincenzo Sanfilippo(6), Alfio Paparo(8). Già fin dai primi mesi di vita la composizione dei sei assessori della Giunta si rivelava incostante e variabile.  In due an­ni il sindaco Leanza roteava nella carica ben 13 nominativi. La prima “vittima” l’asses­sore Sara Costanzo che durava nella carica solo tre mesi: a settembre era sostituita con Salvatore Pizzuto.

I 6 Assessori

(ad Ottobre 2004)

Francesca Reale
vice sindaco
(1)

Andrea Sgrò(10)
Bilancio e Finanze, Ser­vizi demogra­fici ed Infor­matici, Rap­porti con il Consiglio e la Stampa

Alfredo Lo Presti
(9)

Francesco Currao(3)
Agricoltura, Demanio, Fo­restazione e Zoot., Verde ed Arredo urbano, Sport e Poli­tiche giovanili.

Alfio Cuzzumbo
(2)
Vice sindaco
Affari legali e Contenzioso, Urbanistica
Polizia Urbana

Salvatore Pizzuto
(7)

Lavori Pubblici e Sviluppo economico

Esperti e consulenti

Segretario comunale: Francesco Majorana
Direttore generale: Francesco Antibo
Esperto per il bilancio: Benedetto Salanitro
Esperto per le politiche comunitarie: Avv. Angela Vecchio
Esperto questioni legali, contratti e regolamenti: Alfio Paparo
Geologo – consulente per il servizio idrico: Giovanni Cavallaro
Chimico – Consulente per l’ambiente: Pasquale Spataro
Pubbliche relazioni e Stampa: Gaetano Guidotto
Nucleo di valutazione: Angela Vecchio, Carmelo Indriolo, Antonio Raciti
Revisori dei conti: Biagio Petralia (presidente), Calogero Cittadino, Maria Giovanna Luca

Sindacatura Leanza: Programma elettoraleRelazioni semestrali

Le giunte successive: 2005-201020102015

Il Consiglio comunale: 2002-20042005-20102010-2015

SINDACI DI BRONTE  DAL 1800

Note

(1) Francesca Reale: Nominata vice sindaco dal 5 Novembre 2003. Si è dimessa dalla carica il 20 Luglio 2004. In data 8 Ottobre 2004 è stata rinominata assessore con funzioni di vice sindaco, ma ha declinato l’incarico per motivi personali (3 giorni dopo, l’11 ottobre, i 14 consiglieri della Cdl hanno presentato la mozione di sfiducia al sindaco,votata il 23 dello stesso mese).

(2) Alfio Cuzzumbo: Nominato assessore dal 1° Maggio 2003 in sostituzione di Alfio Paparo. Sostituendo nella carica Antonino Leanza è nominato vice sindaco con decorrenza dal 10 Ottobre 2003 e fino al 5 Novembre 2003. E’ stato rinominato vice sindaco dal 21 Luglio all’8 Ottobre a seguito delle dimissioni di Francesca Reale. L’8 Ottobre è rinominata nella carica di vice sindaco Francesca Reale che, in considerazione nell’imminente mozione di sfiducia, declinava l’incarico.

(3) Francesco Currao: Entra in Giunta il 15 aprile 2004 subentrando, con le stesse deleghe, al padre Antonino Currao (subentrato dal 7 Ottobre 2003 a Vincenzo Sanfilippo (Margherita); le deleghe di Nino Currao, deceduto improvvisamente il 28.4.2004, sono state assunte in via provvisoria dal Sindaco e dal 15 Aprile 2004 assegnate al figlio Francesco.

(4) Antonello Caruso: Esonerato dal sindaco Leanza in data 1 Ottobre 2003, rinominato assessore dal 7 Ottobre 2003. Si è dimesso in data 6 Luglio 2004 dopo la nomina a vice presidente dell’Ato Rifiuti “Jonia Ambiente”. E’ stato sostituito dal diessino Andrea Sgrò.

(5) Antonino Leanza: Ha ricoperto la carica di vice sindaco dal Giugno 2002 al 10 Ottobre 2003. Con decorrenza 29 ottobre 2003 è stato esonerato anche dalla carica di assessore e sostituito con Antonino Costanzo.

(6) Vincenzo Sanfilippo: Esonerato dalla carica di assessore in data 29 Agosto 2003, gli subentra Antonino Currao il 7 ottobre 2003. Nella successiva tornata elettorale (amministrative del 2005) Vincenzo Sanfilippo si è presentato nella lista “Riformisti per Bronte” collegata alla candidatura a sindaco di Firrarello e dallo stesso è stato nominato assessore (carica ricoperta dal giugno 2005 a Gennaio 2008).

(7) Salvatore Pizzuto: Consigliere comunale (Socialisti riformisti), nominato assessore il 20 Settembre 2002 in sostituzione dell’avv. Rosaria Costanzo, esonerata da Leanza.

(8) Alfio Paparo: Dal 1 maggio 2003 lascia la carica di assessore per assumere l’incarico di esperto del Comune affidatogli dal sindaco.

(9) Alfredo Lo Presti: nominato l’8 Ottobre 2004 (tre giorni prima della presentazione della mozione di sfiducia al sindaco, votata il 23) al posto di Antonino Costanzo che si era dimesso dall’incarico il 20 Luglio 2004. Costanzo era stato nominato assessore dal 5 Novembre 2003 in sostituzione di Antonino Leanza.

(10) Andrea Sgrò: nominato assessore il 14 luglio 2004 in sostituzione di Antonello Caruso, dimessosi perchè nominato vice presidente dell’Ato Rifiuti “Jonia Ambiente”.

(11) La carica di sindaco di Salvatore Leanza è durata dal 17 Giugno 2002 al 23 Ottobre 2004, quando il Consiglio comunale, con 15 voti a favore (14 della Cdl più uno del consigliere indipendente Enzo Bonina), gli ha votato la sfiducia. Nella successiva tornata elettorale (15/16 Maggio 2005) Salvatore Leanza con 3.026 voti (23,82%) è stato sconfitto da Pino Firrarello eletto al I° Turno con 7.490 voti (58,95%).

Uomini illustri di Bronte HOME PAGE

Powered by Associazione Bronte Insieme

        

© Riproduzione riservata anche parziale

Categorie: Uncategorized | 1 commento

POCHE ORE FA L’UFFICIALITÀ Bronte, il Punto nascite è salvo . Avrebbe chiuso domani

ospedale-bronte-680x365_c

 

 

http://catania.livesicilia.it/2015/12/31/bronte-il-punto-nascite-e-salvo-avrebbe-chiuso-domani_364527/

 

 

Categorie: Uncategorized | 2 commenti

Il Sindaco Graziano Calanna comunica ufficialmente la non chiusura del punto nascita di Bronte. Ricordo a qualche ex esponente politico del nostro territorio che non è possibile fare sciacallaggio politico sui bisogni dei cittadini. Chi vuole lavorare per il nostro paese può farlo sempre, senza affiggere manifesti non veri o rilasciare interviste televisive inventate. La sofferenza della poltrona abbandonata e’ tanta, però con tanta pazienza fra 5 anni può essere riconquistata, senza che venga fatta bassa e sporca politica. Auguro agli ex amministratori una serena rassegnazione e di lasciarsi alle spalle l’anno 2015 come un brutto ricordo per la perdita delle elezioni amministrative . Attendete e lavorate per il 2020 con onestà intellettuale senza prendersi meriti impropri di ciò che fanno gli altri .

Inviato da iPhone

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

31 December, 2015 10:59

Inviato da iPhone

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Maletto: Presidente del Consiglio matricola n. 3, quanto resisterà’?

MALETTO: CAPIZZI ELETTO NUOVO PRESIDENTE

L. CAPIZZI
L. CAPIZZI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Terzo presidente del Consiglio comunale di Maletto, in meno di 3 mesi, dalle dimissioni di Fabiana Cairone. Poi la volta di Antonio Gugliuzzo, che si è dimesso qualche giorno fa, ed ora toccherà a Luigi Capizzi, 32 anni fra qualche giorno. Capizzi è stato eletto nella lista del sindaco Barbagiovanni con 51 voti ed è capogruppo fino alla sua nomina. Ha preso 8 voti di preferenza, quelli del gruppo che fa capo al sindaco, e anche quelli dei consiglieri dichiarati indipendenti, fra cui l’ex vice presidente del Consiglio, Maria Bonina, che qualche giorno fa si era dimessa accusando il sindaco di gravi fatti, tra cui anche di volere imporre i metodi di voto al Consiglio.

M. CARCIOLA
M. CARCIOLA

Gli stessi otto voti di preferenza, presi dal nuovo vice presidente, Maurizio Carciola, 45 anni, che nel 2013 è stato eletto con 123 voti nella lista del sindaco. Polemica prima dei voti, con i 5 componenti del gruppo di minoranza, che hanno chiesto a gran voce le dimissioni del sindaco e lo scioglimento dello stesso Consiglio, per le ripetute dimissioni di validi giovani, che con le dimissioni hanno anche rinunciato alle indennità, e che hanno protestato per il rinvio del Consiglio di un’ora, a causa dell’assenza in aula del gruppo di maggioranza. Alla fine, sia la minoranza, sia l’indipendente De Gennaro, non hanno partecipato alle operazioni di voto per protesta nei confronti della maggioranza e dello stesso Sindaco

LUIGI SAITTA Fonte “La Sicilia” del 14-12-2015

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Il Sindaco Graziano Calanna chiude il 2015 centrando i tre obiettivi che si era prefissato e precisamente:

Bilancio di previsione 2015

1) Approvazione: obiettivo raggiunto il 06/10/2015

2) Assestamento: obiettivo raggiunto il 28/11/2015

3) Patto di stabilita’ : obiettivo raggiunto il 30/12/2015

 

 

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Ha chiesto solo un po’ di scacciata

Inviato da iPad

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Promozioni 2016 per coloro che si sposeranno. Approfittatene della gratuità del soggiorno in Italia. Per info telefona al n. 3205746749

La Giorgie Couture vi Augura un felice Anno Nuovo. Invita i futuri sposi a visionare il nostro Atelier per proporvi la nuova collezione Sposa e Sposo con tante novità. Certi della nostra esperienza e professionalità siamo pronti a far fronte ad ogni vostra richiesta. Informiamo a tutte le coppie che prenotano l’abito nunziale, avranno come omaggio un “SOGGIORNO IN ITALIA”

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

29 December, 2015 13:05

Inviato da iPhone

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Da leggere dopo i pasti

Inviato da iPhone

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Powered by WordPress.com. Tema: Adventure Journal di Contexture International.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: