L’uomo che trasforma le angurie in mostri

Valeriano Fatica, 27 anni, ha iniziato nella cucina del ristorante dei suoi genitori. E ora è popolarissimo su YouTube
26/07/2015
FEDERICO TADDIA

«Il momento più divertente è la scelta delle angurie giuste: la gente mi guarda come se fossi in matto mentre le scruto, le prendo in mano, le giro e le ribalto alla ricerca di quella in grado di ispirarmi. Perché è dentro alla forma che si nasconde il mio personaggio: io devo solo liberarlo».

Mostri, alieni, creature che sembrano uscire da un fumetto manga: è quello che vede in quelle forme Valeriano Fatica, 27 anni, maturità artistica in tasca e Accademia delle Belle Arti abbandonata dopo un anno per tornare ad Oratino, in provincia di Campobasso, a dare una mano nel ristorante di famiglia. Ed è lì che, tra un pranzo di matrimonio e una cena aziendale, ha dato sfogo a tutta la sua creatività.

«L’intaglio della frutta, conosciuta come “fruit carving”, è un antichissima arte thailandese: in Internet ci sono centinaia di video tutorial che insegnano a creare sculture di tutti i tipi, in particolare fiori e allegre composizioni, perfette per decorare tavolate e angoli da buffet. Tutti soggetti che però mi hanno presto annoiato, e quindi mi sono buttato su un genere più inusuale e vicino alle mia passioni da bambino».

Dopo essersi allenato con zucche e patate, Valeriano si è quindi concentrato sulle angurie: la contaminazione di verde, rosso e bianco è perfetta per ricreare suggestioni fantasy, e anche le differenza di consistenza tra buccia e polpa permette usare il taglierino come se fosse uno scalpello e di creare minuziosi dettagli e raffinati particolari.

«Sembrano creature vere, vive: per il party dei 18 anni di una ragazza avevo preparato un volto metà donna e metà mostro. Ma quando la festeggiata l’ha vista si è messa a piangere per lo spavento: sono gli imprevisti dell’arte». Una dozzina di ore di lavoro per ogni opera, da conservare poi per qualche giorno in una cella frigorifera, per una passione che Valeriano vorrebbe trasformare in una professione.

Grazie anche al successo dei suoi video, pubblicati sul canale Youtube “Ortolano production”: decine di migliaia di visualizzazioni per vedere le sue mani trasformare un’anguria in rettili dalle sembianze umane. «Proprio ieri ho trovato tre cocomeri dalla forma perfetta: non vedo l’ora di mettermi all’opera per scoprire cosa celano dentro di loro. Credo proprio che ci sarà da divertirsi».

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com. di Contexture International.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: