Il Sottosegretario Giuseppe Castiglione preferisce Sant’Agata al posto del suo Patrono San Biagio. Anche i santi ci vanno di mezzo per il consenso elettorale, d’altronde il bacino dei voti di Catania mica e’ uguale a quello di Bronte. Sicuramente avra’ pregato Sant’Agata per il miracolo di mantenere il Nuovo Centro Destra al di sopra della percentuale del 5%, pena la scomparsa di Alfano con tutti i filistei

SFILATA DEL 3: GELO SUL CORTEO DI AUTORITA’

INVIATO DA WEBMIN IL LUN, 03/02/2014 – 18:31
di redazione

Una folla fredda quasi gelida quella che oggi ha accolto le istituzioni durante l’uscita della carrozza del Senato.

L’ Applausomentro quest’anno è stato un flop totale.

Un momento importante, quello che ogni anno si registra il 3 febbraio, giorno in cui la politica dovrebbe in un certo senso confrontarsi con la città.

Quest’anno a differenza dell’anno scorso la rappresentanza politica era ridotta al minimo istituzionale.

Presenti il sindaco Enzo Bianco, gli assessori,  i sindaci della provincia, il sottosegretario all’Agricoltura Giuseppe Castiglione, i consiglieri comunali e qualche deputato regionale.

Ma intanto, nonostante la freddezza dei devoti, Enzo Bianco dichiara intatto il suo entusiasmo, dispensa sorrisi smaglianti a destra e manca tra l’indifferenza generale.

“Sono passati 14 anni dall’ultima volta che sono salito sulla Carrozza del Senato, ed è un altissimo privilegio tornarvi”.

Ha detto il sindaco di Catania ai giornalisti subito prima di salire a bordo della vettura, tirata da due cavalli bianchi, con la quale, tradizionalmente, gli amministratori della città si recano alla cerimonia dell’Offerta della cera alla Patrona Sant’Agata, ogni 3 di febbraio.

Bianco, primo cittadino di Catania nel 1988, nel 1993 e nel  1997, è stato il Sindaco che, nella storia di Catania, è salito più volte sulla carrozza del Senato.

“Si tratta – ha detto a chi gli ha fatto notare la cosa – di un piccolo record che mi fa molto piacere ma soprattutto mi dà una grande emozione”.

Parlando della Festa di Sant’Agata, la terza dell’intera cristianità, con circa un milione di persone che mediamente partecipano ai  tre giorni della festa, Bianco ha detto “è magica perché rappresenta un elemento straordinariamente unificante,  l’elemento di identità più forte che ha la città di Catania”.

“E che sul fatto che sia una festa meravigliosa – ha aggiunto – si dev’essere sparsa la voce, perché c’è gente che sta arrivando da tutta Italia. Si tratta di ospiti anche importantissimi e io sono orgoglioso che siano accolti nel migliore dei modi a Catania, una città di grande civiltà, caduta in basso negli ultimi anni ma che adesso può risalire la china”.

L’attesa per la reazione della gente si sposta già al prossimo anno, con la speranza, sincera, che tornino gli applausi.

E, soprattutto, che se li meritino.

Fonte sudpress

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com. di Contexture International.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: