Legge elettorale, incontro Renzi-Berlusconi: “Vicina intesa con tutti”

Legge elettorale, incontro Renzi-Berlusconi: “Vicina intesa con tutti”

Molti lo vivono come il timbro sulla fine del governo. C’è chi dice che il presidente del ConsiglioEnrico Letta sia sui blocchi, pronto a partire verso il Quirinale. In molti chiedono cautela. Stefano Fassina e Fabrizio Cicchitto sembrano andare d’accordo per l’unica volta nella loro vita. “Così cade il governo” dice il viceministro dimesso per il “Chi?” del segretario. “E’ come il patto Molotov-Ribbentrop” spara l’ex capogruppo del Cavaliere. Renzi incontra Silvio Berlusconi e da lì potrebbe arrivare un’intesa per la riforma elettorale tra Pd e Forza Italia. Circostanza che i piccoli alleati del governo Letta (Nuovo Centrodestra, Scelta Civica e Popolari di Mauro) vedono come il fumo negli occhi. Ma non solo loro, visto che l’atteggiamento del sindaco di Firenze ha portato a una rivolta della sinistra del Partito democratico.

 

 

 

Ma il segretario è andato dritto, forte del voto della direzione del Pd. Al confronto di oggi partecipano da una parte Lorenzo Guerini, portavoce della segreteria del Pd e Gianni Letta. L’ex presidente del Consiglio a Palazzo Grazioli in mattinata aveva incontrato sia lo stesso Letta (zio) siaDenis Verdini, l’uomo macchina che negli ultimi giorni si è incontrato quasi ogni giorno conRoberto D’Alimonte, il “tecnico” scelto da Renzi per una bozza di accordo. La base dell’intesa è il sistema spagnolo, contro il quale si sono pronunciati Nuovo Centrodestra e una parte del Pd. Ma qualcuno lo chiama già Verdinum.

LA DIRETTA TWITTER CON IL FATTO QUOTIDIANO

Cronaca ora per ora

18.49 – Incontro Renzi-Berlusconi, in piazza anche sostenitori del segretario
Non solo contestatori dell’incontro tra Silvio Berlusconi e Matteo Renzi in strada oggi ai piedi della sede nazionale del Pd, ma anche cittadini convinti che quella del sindaco di Firenze sia stata la scelta giusta. “Io non ero un elettore del Pd – spiega un giovane – ma da oggi lo diventerò, perché oggi ho visto tutta l’intelligenza di voler fare una riforma. In 20 anni nessuno c’è riuscito. Nel bene o nel male Berlusconi rappresenta una parte d’Italia. Con qualcuno la riforma dobbiamo farla, non possiamo farcela da soli”. Ma quando già l’auto dell’ex premier si allontana lungo via Capo le Case, il sentimento predominante della piazza è l’indignazione: “è la sua riabilitazione politica – afferma un uomo di mezza età – io un pregiudicato a casa mia non ce lo voglio. In tutta FI ce ne sarà uno non pregiudicato che poteva venire? Ero un elettore del Pd ma non lo sono più”. Altri invece, dopo aver provato invano, fermati dai cordoni di polizia, ad avvicinarsi all’auto del leader di FI si “accontentano” di piccole soddisfazioni: “però ce l’ho fatta – dice un uomo al telefonino – a mandarcelo…”.

18.38 – Berlusconi rientrato a Palazzo Grazioli dopo l’incontro con Renzi
Silvio Berlusconi, dopo l’incontro con Matteo Renzi, ha fatto rientro a Palazzo Grazioli dove lo attendeva Denis Verdini.

18.33 – Legge elettorale, Balduzzi (Scelta Civica): “Ok lo ‘spagnolo modificato’”
“Al di là dei nomi e dei riferimenti geografici, la proposta di “spagnolo modificato” verso cui sembra orientato il segretario del Pd Matteo Renzi potrebbe tenere insieme i diversi ingredienti di una legge elettorale adatta al nostro Paese”. Lo dichiara Renato Balduzzi, ex ministro, costituzionalista e responsabile problemi costituzionali di Scelta Civica.

18.28 – Terminato l’incontro tra Renzi e Berlusconi
E’ terminato da pochi minuti l’incontro tra Matteo Renzi e Silvio Berlusconi. Il colloquio è durato due ore e mezzo. Così come per l’arrivo, anche all’uscita il Cavaliere ha utilizzato un ingresso laterale per uscire con la sua auto dalla sede del Pd.

18.06 – Incontro Renzi-Berlusconi, Battista (M5s): “Per 5 Stelle un’altra occasione mancata”
“Il segretario del Pd ha avanzato tre modelli di sistema elettorale sui quali iniziare un ragionamento, gli è stato risposto sul blog con una pernacchia, quando è venuto Casaleggio sono stati ripetuti tre no e non se ne è fatto nulla. Risultato? Quello che è avvenuto questo pomeriggio ha visto il M5S alla finestra a guardare cosa deciderà il partito unico”. Lo scrive sulla sua pagina facebook il senatore del Movimento 5 Stelle Lorenzo Battista il quale ricorda anche come quella per il Movimento è “un’altra occasione mancata per essere partecipi del cambiamento”.

18.05 – Incontro Renzi-Berlusconi, Romani (Forza Italia): “Non faranno accordo contro qualcuno”
“Siamo in attesa. Non credo che Renzi e Berlusconi faranno un accordo contro qualcuno. Sarà un’intesa nell’interesse del Paese”. Lo scrive su twitter il presidente dei senatori di Forza Italia, Paolo Romani.

17.48 – Incontro Renzi-Berlusconi, Colletti (M5s): “Diverte balcanizzazione del Pd”
“Ci sarà dadivertirsi rispetto a quello che succederà dentro al Pd e alla balcanizzazione del Partito Democratico. Come ha detto correttamente il collega Di Maio noi abbiamo cacciato Berlusconi dal Senato e Renzi lo fa rientrare, neanche dalla finestra, ma dal portone principale del suo partito. Questa sarebbe una particolarità tutta italiana”. Così il deputato abruzzese del M5S Andrea Colletti.

17.24 – Incontro Renzi-Berlusconi, Barbanti (M5s): “Così Berlusconi ‘riverginato’”
Berlusconi e Renzi “sono un po’ Romeo e Giulietta che si incontrano di nuovo, è l’ennesimo connubio che vediamo tra destra e sinistra e ci dà fastidio che il nuovo della politica che avanza debba appoggiarsi al vecchio uscito e condannato e soprattutto riverginarlo in questo modo”. Lo ha affermato il deputato Sebastiano Barbanti (M5S)

17.19 – Incontro Renzi-Berlusconi, Damiano (Pd): “Per ora unico successo è di B.”
“Per adesso l’unico che ha incassato un risultato è Berlusconi, ritornato al centro della scena, nientemeno che ospite in casa PD”. Lo afferma Cesare Ddamiano del Pd.

17.10 – Incontro Renzi-Berlusconi, tutto pronto per l’uscita del Cavaliere
È tutto pronto a via Sant’Andrea delle Fratte per l’uscita del leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, dalla sede nazionale del Pd dove l’ex premier era entrato intorno alle 16 per incontrare il segretario Matteo Renzi. Da alcuni minuti le forze dell’ordine hanno ridisposto le camionette blindate come a formare una ‘corsia protettà che permetta alle auto del Cavaliere di rimanere a distanza dai manifestanti. Al suo arrivo, infatti, l’auto di Berlusconi era stata raggiunta da alcune uova. La polizia ha dunque fatto abbassare le saracinesce dei negozi che danno sul largo all’incrocio con via Capo le Case. I mezzi di polizia e carabinieri si sono dunque disposti parallelamente alla facciata della chiesa di Sant’Andrea delle Fratte e cordoni di uomini stanno isolando l’area. Alcuni manifestanti espongono cartelli con l’effige di Berlusconi dietro le sbarre, con la scritta “Berlusconi così”. È rimasto aperto invece il portone dell’antica chiesa, da cui si affacciano dei religiosi.

16.57 – Legge elettorale, “Renzi a un passo dall’intesa con tutti, anche Ncd”
Una intesa sulla legge elettorale capace di coinvolgere un numero molto ampio di partiti sarebbe a portata di mano di Matteo Renzi. A quanto l’AdnKronos apprende da fonti di maggioranza, il modello che Matteo Renzi ha proposto a tutti i suoi interlocutori, e di cui in questo momento sta discutendo con Silvio Berlusconi, è il modello spagnolo “made in Italy” con due tipi di soglie, al 4-5% e all’8% a seconda che ci sia o meno un apparentamento. Su questa formula, sulla quale c’è stata anche un’opera di mediazione del governo, il segretario del Pd sarebbe ragionevolmente convinto di poter tenere insieme sia i piccoli partiti della maggioranza, a partire da Ncd, sia Forza Italia. Renzi ne ha parlato anche negli incontri di stamattina ricevendo un ritorno positivo.

16.55 – Incontro Renzi-Berlusconi, previsione durata di circa un’ora e mezzo
L’uscita di Berlusconi dalla sede del Pd è prevista, secondo alcune fonti, intorno alle 17,45. Se fosse così si tratterebbe di un incontro che – iniziato intorno alle 16.15 – durerebbe circa un’ora e mezzo

16.41 – Incontro Renzi-Berlusconi, Lupi: “No a due partiti che decidono eliminare altri”
“Bisogna fare la legge elettorale efarla rapidamente. Ci sono le condizioni per farla d’accordo con la maggioranza e nel dialogo con l’opposizione. Noi abbiamo già indicato i criteri”. Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi, a margine del primo convegno nazionale dei giovani di Ncd a Pesaro. “L’unica cosa che non si può fare – ha aggiunto – è che due partiti decidano per legge di eliminare tutti gli altri”. Sì al dialogo “con tutti, ma poi ognuno eserciterà le proprie responsabilità”.

16.33 – Incontro Renzi-Berlusconi, Salvini: “Pronto a incontrare entrambi”
Il segretario della Lega Nord Matteo Salvini, intervenuto a Padova in visita ai banchetti organizzati in vista delle elezioni amministrative, in merito all’ipotesi di incontrare il segretario del Pd Matteo Renzi ha detto: “Io incontro tutti, basta che me lo chiedano, io non mi auto-invito a casa di nessuno”.

16.28 – Incontro Renzi-Berlusconi, Schifani: “Se Renzi vuole governo con lui, vada”
“Berlusconi per ora è all’opposizione. Se poi Renzi vuole fare un governo con lui, vada pure avanti”. Lo ha detto il presidente di Ncd Renato Schifani, a margine del primo convegno nazionale dei giovani di Ncd “#osiamo” in corso a Pesaro. “Non ci infastidisce che Renzi incontri Berlusconi, è il presidente di Forza Italia”. Ma gli accordi “vanno fatti anche con Ncd” e quelli per le riforme si fanno “a più mani e a più teste” e “non a due”.

16.17 – Incontro Renzi-Bertlusconi, Saltamartini (Ncd): “Ipoteca pesante sul governo”
Se l’intenzione di Renzi è fare una legge elettorale con un partito dell’opposizione, accordandosi sul modello spagnolo, ovvero, un Porcellum mascherato che esclude ai cittadini il diritto di scegliere i propri rappresentanti, con candidati calati dall’alto e scelti dai segretari dei partiti, è chiaro che questo porrebbe un’ipoteca pesante sul governo”. Lo dichiara, in una nota, Barbara Saltamartini, deputato del Nuovo Centrodestra.

16.09 – Iniziato l’incontro Renzi-Berlusconi
E’ iniziato una manciata di minuti dopo le 16 l’incontro tra Matteo Renzi e Silvio Berlusconi sulla legge elettorale alla sede del Pd. Il segretario dei Democratici e il leader di Forza Italia sono a colloquio nella stanza di Renzi al secondo piano della sede di largo del Nazareno. Contro ogni aspettativa il Cavaliere è entrato da un ingresso secondario, spiazzando soprattutto i giornalisti, i quali sono rimasti dietro un cordone creato dalle forze dell’ordine. Dall’altra parte della strada, invece, sempre dietro alla polizia c’è un gruppo di manifestanti che, mentre l’incontro con Renzi è in corso, continua a gridare slogan contro Berlusconi e il segretario del Pd.

16.06 – Incontro Renzi-Berlusconi, Carbone: “Nessun accordo già scritto”
“Finalmente siamo alla stretta finale per cambiare una legge elettorale che tutti hanno chiamato Porcellum fino a ora. Pare che Forza Italia propenda per il cosiddetto modello spagnolo, ma non c’è come dicono tutti nessun accordo scritto, l’importante è avere finalmente una legge elettorale degna di un paese serio ed europeo, non come l’abbiamo avuta fino ad adesso”. Lo ha dichiarato Ernesto Carbone del Partito democratico, a Tgcom24.

16.01 – Incontro Renzi-Berlusconi, lancio di uova su macchina Cavaliere
Un gruppo di persone ha lanciato alcune uova sull’auto di Silvio Berlusconi, mentre stava entrando nella sede del Pd, in via del Nazareno, per l’incontro con Matteo Renzi. Alcuni manifestanti del Popolo Viola, capeggiati da Gianfranco Mascia, gridano “Vergogna! Vergogna”. 

16.00 – Berlusconi arrivato alla sede Pd per l’incontro con Renzi
Silvio Berlusconi è appena giunto nella sede del Pd per incontrare Matto Renzi. Al centro del colloquio la possibilità di chiudere una intesa sulla legge elettorale. Berlusconi è entrato in macchina nella sede del Pd.

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com. di Contexture International.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: