«IN SICILIA UN VOTO COSTA 300 EURO»

01/11/2012 –

«Mi si dice anche che, nelle ultime elezioni siciliane, c’è stata una compravendita di voti e i prezzi sono fortemente lievitati, addirittura mi si dice che un voto è stato pagato 300 euro. In Calabria, alle scorse elezioni, al massimo si era arrivati a 70 euro. Allora, se lo Stato non pone rimedio a questo con leggi rigorosissime, se si consente a gente che fa la politica di investire per guadagnare nella politica, io dico che lo Stato non c’è».

La pesante denuncia è arrivata in aula a Montecitorio durante la seduta che aveva come ordine del giorno la discussione del disegno di legge sulla prevenzione e repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione. L’autore è l’onorevole Elio Belcastro ex coordinatore del Movimento per le Autonomie della Calabria (attualmente iscritto al Gruppo Misto – Noi il partito per il Sud) e avvocato penalista di spicco il cui studio legale difende i principali affiliati della ‘Ndrangheta calabrese. Dalla cosca deiPesce, una delle più potenti ‘ndrine della piana di Rosarno, fino a quella dei Piromallioperativa nel territorio della piana di Gioia Tauro identificata dalla DIA come la più grande cosca dell’Europa Occidentale.

Le dichiarazioni di Belcastro hanno scatenato una grossa polemica tra gli stessi membri dell’aula di Montecitorio. Il primo a darne notizia tramite Twitter è stato il deputato del Partito Democratico Andrea Sarubbi, seguito da un intervento in aula del deputato Udc Roberto Rao «Se il mio collega o altri colleghi fossero davvero a conoscenza di fatti non gravi, ma gravissimi, come questi, prima o subito dopo il voto dovrebbero recarsi alla procura della Repubblica per denunciarli e raccontare all’autorità giudiziaria tutto quello che sanno». Rao ha poi rincarato la dose sottolineando il passaggio in aula di Belcastro «altrimenti, signor Presidente, il loro comportamento omertoso e omissivo e le loro insinuazioni – mi permetta – striscianti non faranno altro che generare una sensazione di complicità di questo Parlamento».

Belcastro ha poi cercato di fare chiarezza sul suo intervento chiedendo la parola e annunciando come la sua denuncia sia “de relato” maturata quindi attraverso una conoscenza indiretta.  A concludere le dichiarazioni di voto ci ha pensato Rocco Buttiglione in qualità di Vice Presidente della Camera dei Deputati «Mi permetto sommessamente di far notare che il cittadino che abbia notizie di reato ha un dovere morale di portarle a conoscenza della magistratura».

Compravendita di voti e prezzi in rialzo: Quella di Belcastro è solo l’ultima denuncia eclatante di una delle più sommerse modalità di ricerca del consenso elettorale. A definirne i particolari in passato sono stati politici, intercettazioni telefoniche e anche le confessioni di numerosi collaboratori di giustizia, tra cui lo storico pentito Maurizio Di Gati. L’ex reggente provinciale di Cosa Nostra ad Agrigento in numerosi passaggi nelle aule di tribunale riferisce del costo di un singolo voto”40 euro a voto e loro mi portavano i voti e mi mandavano le foto con il telefonino e io gli davo i soldi”. Un “tariffario” che varia per ogni zona della Sicilia anche nella stessa Provincia, a parlare è sempre Di Gati “a Favara (AG) si arrivava anche a 100 euro per ogni singolo voto e nei casi più delicati si adottava anche l’uso delle maniere dure”


Dario De Luca

  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Google Bookmarks
  • Blogplay
  • Twitter
  • Add to favorites
  • LinkedIn
  • PDF

8 commenti per «IN SICILIA UN VOTO COSTA 300 EURO»

  • 5 stelle

    L’on. Belcastro essendo un giurista sa che ha facoltà di parlare e raccontare, quanto sentito dire ,ma rimane sempre una denuncia” de relato”.
    Solo la magistratura in questi casi ha facoltà e mezzi per far chiarezza, accertando la verità ed e’questo che l’onesto cittadino si aspetta

  • mario

    L’On. Belcastro credo dovrebbe chiarire meglio la sua fonte “de relato” e specificando agli organi competenti chi,nelle scorse elezioni,ha pagato 70 euro a voto in Calabria. Chiaramente i voti di Belcastro sono “puliti”,sono gli altri che comprano,sono sempre gli altri che pagano.Mentre rispondo all’indignato che non ha le prove ma sa che a Picanello sono stati pagati da 50 a 100 euro a voto per un candidato,tra l’altro eletto. Perchè non fa il nome e cognome ?
    Mario

    • enzo messina

      Mario, mica é tanto difficile capire chi possa essere il famoso mister X; candidato di centro, vedi un pò chi é stato eletto e trai le facili conclusioni senza mettere nei guai l’indignato.

    • Indignato

      Per fare il nome ci vuole la certezza documentata ed io purtroppo non sono in grado di fornirla, fossde capitato a mè personalmente avrei proceduto diversamente ed in altra sede, “ad manettem”. Posso dire, e questo mi indigna maggiormente, che chi mi ha informato è persona corretta, anziana e timorosa

  • Indignato

    A Catania, precisamente a picanello, hanno pagato dai 50 ai 100 euro per voto, sò il nome del candidato “di centro con Crocetta”, ma purtroppo non ho la prova documentata, certo è che è stato eletto.

  • Pippo

    Questo nostra stupenda isola quando cambierà. Spero che la magistratura faccia chiarezza. Complimenti Sud

  • ErMandrake

    A me sembra si stia lamentando dell’aumento dei prezzi.

    Forse voleva chiedere al Parlamento di creare un tariffario, una sorta di calmiere dei prezzi del voto di scambio: cosicché anche i candidati meno abbienti, chiedendo un prestito alla mafia qui uno alle banche là (sempre mafia è), possano sperare nella vittoria alle elezioni.

  • Rebel

    Come sempre complimenti a Sud che non fa passare sotto silenzio queste pesanti dichiarazioni. Adesso la magistratura deve intervenire e chiedere a Belcastro da chi gli sono arrivate queste voci…

Lascia un commento

  Nome (richiesto)

  Mail (non verrà pubblicata) (richiesto)

  Sito web

Puoi usare questi tag HTML

 Protezione spam: la somma di 3 + 6 ?

 

 

CERCA

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com. Tema: Adventure Journal di Contexture International.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: