Grave perdita per il popolo brontese Limoli rimane fuori dall’assemblea regionale. Come faremo senza di Lui. Possibilmente ci arrangeremo

A CHI ANDREBBERO I 17 SEGGI CATANESI

Chi entra e chi esce
Ecco i probabili eletti all’Ars

Lunedì 29 Ottobre 2012 – 19:09 di 

Prosegue il conteggio dei voti per assegnare i seggi all’Assemblea regionale. Sono 17 quelli in ballo a Catania: quattro al Pdl, 2 al Movimento 5 Stelle, 3 al Mpa, 3 all’Udc, 2 al Pd e uno ciascuno alle liste Crocetta, Nello Musumeci e Cantiere Popolare. A quasi metà dello spoglio, cambia tutto. A cominciare dal più votato: Nicola D’Agostino. (Nella foto)

CATANIA – Tutto ancora in gioco per i candidati catanesi in cerca di un posto al sole a Sala d’Ercole.

A quasi 500 sezioni scrutinate su 1130, infatti, cambia la classifica dei più votati.

Nel Pdl, passa a Salvo Pogliese lo scettro del più votato, con 5.457 voti, seguito da Marco Falcone, con 4.844 preferenze, Nino D’asero, con 4472 e Alfio Papale, l’ex sindaco di Belpasso, con 4.121 voti. Fuori dai giochi, così, Giuseppe Limoli, nonostante i 3.308 voti.

Nella lista Cantiere Popolare, sembra invece confermata Valeria Sudano, Consigliere comunale di Catania, con 1.856, seguita ma a distanza da Alessandro Tornello che di voti, attualmente, ne ha conquistati 1.012.

Cambia tutto, invece, nel Pd: a Concetta Raia che, con i suoi 5.304 voti sembra quasi sicuramente eletta, infatti, si affianca un altro ex sindaco, non più quello di Pedara, Antony Barbagallo, bensì quello di Caltagirone, Francesco Pignataro che di voti ne ha conquistati, al momento, 3.871.

Si fa sempre più reale, dunque, l’ipotesi che Daniele Capuana, delfino di Enzo Bianco, con i suoi 1.576, non ce la faccia ad andare a Palermo.

Tutto da decidere anche in casa Mpa: oltre il seggio che dovrebbe andare al più votato in assoluto, Nicola D’Agostino, che al momento ha conquistato 8.198 voti, infatti, gli altri due seggi potrebbero andare a Toti Lombardo, con 4.686 e a Fabio Mancuso, con 3.738 voti. Ma Dino Fiorenza sembra ancora in corsa con i suoi 3.614.

Nel Movimento 5 Stelle, oltre al più che probabile seggio a Giancarlo Cancelleri, con i suoi 3.141 voti, è testa a testa tra Angela Foti, a quota 2.593 e Francesco Cappello, che di preferenze ne ha ottenute, al momento, 2.274.

Dovrebbe essere Gino Ioppolo a conquistare il seggio assegnato alla lista Nello Musumeci, con i suoi 2.099, anche se Alfio Barbagallo e Vincenzo D’Agata seguono a ruota con rispettivamente 1.639 e 1.613 voti.

Infine, in casa UDC, è Lino Lenza ad aver racimolato, al momento, più voti – 4.988 – ma per lui il seggio scatterà sicuramente perché inserito nel listino del presidente.

Al suo posto, probabilmente, salirà Luca Sammartino, che di voti ne ha avuti 4.441, seguito da Marco Forzese, con 3.716 e Santo Primavera, con 2.774.

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com. Tema: Adventure Journal di Contexture International.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: