Lunga agonia anche per i dipendenti di Bronte

OOP SEMPRE IN TESTA

Aligrup, ennesimo rinvio Il tribunale si pronucerà il 5 novembre

despar

8 ottobre 2012 – Tutto rinviato al 5 novembre. Doveva essere la giornata decisiva per la trattativa di Aligrup, la società catanese che gestisce i negozi a marchio Despar in tutta la Sicilia e invece si è conclusa con l’ennesimo rinvio.

Oggi, infatti, era prevista l’udienza della sezione fallimentare del tribunale di Catania che doveva dare l’ok all’ammissibilità della procedura avviata dall’Aligrup per l’adesione dei creditori all’accordo proposto per la ristrutturazione dei debiti. Così non è stato. Il tribunale, infatti ha rinviato la sentenza al 5 novembre.

Per gli operai è l’ennesima doccia fredda. Sono circa 2mila le persone coinvolte nella trattativa Aligrup, ma ancora, dopo mesi di accordi e smentite, nessuna soluzione concreta è stata trovata: “Questo ennesimo rinvio – dichiara a BlogSicilia Mimma Calabrò, segretario generale Fisascat Cisl Sicilia – non giova a nessuno. Speriamo che il 5 novembre il tribunale possa pronunciarsi definitivamente su una situazione che sta gettando nello sconforto circa duemila lavoratori”.

 

Coop, comunque rimane sempre in testa nel processo di acquisizione del ramo d’azienda. Altra società tra le qualiErgon sarebbero interessate. La trattativa tra Aligrup e Coop prevede che il 70% del personale vada alla Coop, il 30% a Conad, Ergon e Romano. 

I lavoratori dal canto loro sono molto preoccupati in quanto poche sono le notizie relative alla trattativa che giungono ai dipendenti: “La situazione dei negozi non è delle più rosee – dichiara a BlogSicilia un dipendente Aligrup – i supermercati sono parzialmente riforniti dei beni più indispensabili ma la merce  è per fornitura diretta ovvero l’azienda  paga i prodotti che arrivano sul momento ma non ha la possibilità di pagare con scadenze posticipate.

Un danno ingente, dunque, per le aziende che riforniscono i negozi a marchio Despar “Dovrebbe esserci – continua il lavoratore – un concordato in atto per il rientro dei redditi. Il problema è abbastanza grave perchè questo significa che l’azienda perderà molti clienti”.

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com. Tema: Adventure Journal di Contexture International.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: