SICILIA, INCHIESTA SU SPESE PAZZE

Fondi Sicilia: la procura di Palermo apre un’inchiesta sulle spese dell’assemblea

Fascicolo a carico di ignoti, gli inquirenti scaveranno nelle spese dei gruppi parlamentari negli ultimi anni

 

Palazzo d'Orleans, sede della presidenza della Regione Sicilia (Fucarini)Palazzo d’Orleans, sede della presidenza della Regione Sicilia (Fucarini)

Un fascicolo di inchiesta per ora a carico di ignoti. La procura della Repubblica di Palermo ha aperto un fascicolo sulle spese dei gruppi parlamentari dell’assemblea regionale siciliana, per verificare eventuali sprechi e irregolarità. Al momento non ci sono indagati ma la procura si muove per capire se ci possano essere state «spese pazze» e ingiustificate come successo alla Regione Lazio. 

LE SPESE –Tra il 2000 e il 2009 infatti, mentre il Pil pro capite restava fermo, le spese delle regioni italiane sono esplose: in testa tra gli enti che più hanno accelerato c’è l’Umbria, dove gli esborsi sono cresciuti del 143%, seguita dall’Emilia-Romagna (+125%), e appunto la Sicilia (+125,7%) dove ora la procura vuole vederci chiaro. Negli scorsi anni i magistrati avevano indagato per peculato l’ex deputato regionale Alberto Acierno, ora sotto processo, per utilizzo dei fondi del Gruppo misto e poi della Fondazione Federico II per viaggi, cene e giocate ai casinò on line. Negli ultimi giorni alcuni esponenti politici avevano chiesto che venisse reso noto come sono stati spesi i fondi riservati del presidente della Regione e del presidente dell’Assemblea regionale siciliana.

Redazione Online25 settembre 2012 | 16:26

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com. di Contexture International.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: