Arrestato consigliere del Partito dei Ladri, oh scusate del PDL

CARATE BRIANZA IN CELLA ANCHE UN GEOMETRA, UN ARCHITETTO E UN PROCACCIATORE. TERRENI AGRICOLI TRASFORMATI IN EDIFICABILI

Tangenti, arrestato consigliere pdl

Il delitto La Procura di Monza ha scoperto il giro di soldi indagando sull’ assassinio di Vivacqua, freddato nel suo ufficio nel novembre scorso Mazzette per aggiustare il Pgt e sullo sfondo un omicidio di mafia

 

Sei arresti per corruzione nel Comune di Carate Brianza, mazzette a sei zeri per «aggiustare» il Piano di governo del territorio e sullo sfondo l’ ombra di un omicidio di mafia. Ieri mattina alle 5,30 i carabinieri di Monza e la guardia di finanza di Seregno hanno stretto le manette attorno di polsi di Maurizio Altobelli, 55 anni, capogruppo del Pdl in Consiglio comunale e con lui sono finiti nei guai altre cinque persone fra architetti, immobiliaristi e procacciatori d’ affari. L’ accusa è di corruzione per atto contrario ai doveri d’ ufficio, imputazione gemmata durante le indagini sull’ omicidio di Paolo Vivacqua, l’ imprenditore attivo nel settore dei rifiuti ucciso lo scorso 14 novembre con cinque colpi di pistola nel suo ufficio di Desio. Proprio nel locale dove Vivacqua è stato freddato, il pubblico ministero Donata Costa della Procura di Monza, che ha coordinato l’ indagine ribattezzata «Carate nostra», si è imbattuta in una pila alta una spanna di fogli excel: una vera e propria contabilità parallela, accompagnata anche da alcune voci di spesa con la dicitura «cambio destinazione d’ uso», che ha consentito agli investigatori di alzare il velo su di un comitato d’ affari che avrebbe influenzato la stesura del Pgt approvato nella primavera del 2009 dall’ ex amministrazione di centro destra. A ordinare gli ordini di custodia cautelare il gip di Monza Maria Correra. Oltre ad Altobelli, secondo la Procura, ne facevano parte Giorgio Aldeghi, 67 anni, architetto di Carate Brianza, Giampietro Gerosa, 63 anni, geometra di Arosio (Como), Felice Tagliabue, 67 anni, procacciatore d’ affari di Giussano, Massimo Pirovano, 56 anni, immobiliarista di Carate Brianza, e Caruso Calogero Licata, 40 anni, imprenditore di Muggiò, già in carcere per un giro di fatture false e di fatto prestanome di Vivacqua che lo presentava come suo nipote. In particolare, l’ indagine ha accertato che Altobelli avrebbe ottenuto da Vivacqua 870 mila euro da spartire con Gerosa e Aldeghi, e altri 290 mila euro da Pirovano per modificare il Pgt. In cambio dei soldi, il capogruppo del Pdl, che faceva parte della commissione Urbanistica, avrebbe fatto pressioni per trasformare da agricola a edificabile la destinazione urbanistica di cinque terreni, tra i quali una grande area a ridosso della superstrada Milano-Lecco di proprietà di Vivacqua, che ha poi ceduto alla Bricoman Italia (estranea alla vicenda) per la costruzione di un centro del bricolage di 6 mila metri quadrati: un’ operazione che gli ha fruttato 4 milioni di euro. Al termine delle perquisizioni gli indagati sono stati messi agli arresti domiciliari, tranne Maurizio Altobelli,in carcere a Monza, e Calogero Caruso Licata, al quale è stato notificato il provvedimento a Opera, dove si trova agli arresti dall’ aprile scorso nell’ ambito dell’ operazione «Precious Scraps», indagine che ha permesso di scoprire un’ organizzazione nel commercio di materiale ferroso che, attraverso la creazione di società cosiddette «cartiere», ha fornito nel tempo fatture per operazioni inesistenti a numerose società/ditte compiacenti, per un giro d’ affari scoperto di oltre 200 milioni di euro. Nel corso del blitz, inoltre, sono stati sequestrati beni e quote societarie per un milione e 800 mila euro, denaro proveniente dall’ attività illecita del sodalizio tra politici e imprenditori brianzoli. «Sono molto amareggiato e stupito – ha affermato il sindaco Marco Pipino, che da febbraio ha la delega all’ Urbanistica dopo le dimissioni dell’ assessore Sandro Sisler, eletto coordinatore provinciale del Pdl milanese -. Spero che quanto prima Altobelli possa dimostrare la sua estraneità ai fatti che gli vengono contestati».

Colombo Diego, Rosa Riccardo

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com. Tema: Adventure Journal di Contexture International.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: