LA CARICA DEGLI ONOREVOLI, I CANDIDATI ALLE REGIONALI NEL COLLEGIO DI CATANIA

15/08/2012 –

Pippo Limoli e alla sua sinistra Marco Falcone

Il Pdl riparte dalla provincia, riconfermati gli onorevoli uscenti: Il collegio di Catania, da diverse legislature roccaforte del Popolo delle Libertà, nella prossima tornata elettorale sarà uno dei banchi di prova verso una complicata riconferma. Degli otto eletti del 2008, sicure le candidature del consulente aziendale Giuseppe “Pippo” Limoli e di Antonino D’Asero.

Nel fronte degli ex Alleanza Nazionale conferma anche per Salvo Pogliese primo degli eletti nel 2008, e nel 2013 probabile candidato a Sindaco per la città di Catania. Con lui anche l’avvocato Marco Falcone. Nuovo tentativo invece per il Sindaco di Belpasso Alfio Papale, non eletto nel 2008 e nuovamente in corsa il prossimo 28 ottobre. Tra i Sindaci rumors di candidatura anche per Nino Garozzo, attualmente primo cittadino nel Comune di Acireale. Nome nuovo per la Regione invece quello di Nuccio Condorelli, capogruppo del Popolo delle Libertà al Comune di Catania e medico chirurgo all’Ospedale Vittorio Emanuele. Dalla Provincia, pronto al salto di categoria invece il consigliere Gianluca Cannavò.

Incerta la candidatura di Vittorio Virgilio, Assesore alla Pubblica Istruzione al Comune di Catania così come quella dell’ex Sindaco di Adrano Fabio Mancuso, per lui i dubbi però sono unicamente riconducibili al partito con cui sarà schierato.
Nessuna conferma invece sulla candidatura del Senatore e Sindaco di Bronte “Pino” Firrarello. Il suo nome da diversi mesi circola come quello di possibile capolista del Pdl nel collegio di Catania, dopo l’intervento e relativo invito di Silvio Berlusconi di candidatura per tutti i big del partito in Sicilia. Ancora in fase di stallo la candidatura a Governatore dell’attuale Presidente della Provincia Giuseppe Castiglione, diffidente, almeno al momento, verso il nome di Gianfranco Miccichè.

Nell’Udc il nome nuovo è quello di Lino Leanza: Nella lista degli eletti nel 2008, quasi sicure le riconferme nel partito di D’Alia per Pippo Nicotra (eletto con il Pdl), ex Sindaco di Aci Catena, Salvo Giuffrida anch’egli ex Sindaco ma nel Comune di Tremestieri Etneo e Marco Forzese attualmente leader in Provincia di Catania dell’Udc ma eletto nel 2008 con il Movimento per le Autonomie – Alleati per il Sud. Nomi “nuovi” quelli di Angelo Spina, primo cittadino del Comune di Valverde già candidato con esito negativo nelle scorse elezioni, e Santo Primavera consigliere Provinciale eletto con il Movimento per le Autonomie e passato all’Udc. La sua è una sorta di scalata verso i vertici della politica, ben due volte primo degli eletti al Comune di Acireale è stato anche il più votato nel collegio acese nelle provinciali del 2008.
Il vero pezzo da “novanta” però per l’Udc è sicuramente Nicola “Lino” Leanza, uscito di scena dal Movimento per le Autonomie il 6 giugno 2012 e primo degli eletti nel collegio di Catania nel 2008. Per l’ex segretario regionale del partito di Raffaele Lombardo è pronta una nuova sfida politica dopo essere stato nel 2008 temporaneamente Presidente della Regione dopo le dimissioni di Cuffaro ma anche capogruppo Mpa all’Ars e Assessore ai Beni Culturali.

Giuseppe Arena

Partito dei Siciliani: Nome nuovo, ma schieramento arcinoto. L’ex Movimento per le Autonomie riparte nel collegio di Catania dal suo nuovo leader, l’acese Nicola D’Agostino già onorevole alla Regione. Insieme a lui pronti ad una riconferma sia Giuseppe Arena (noto per un’intercettazione telefonica in cui gli si attribuiva l’uso della dicitura “sua maestà” per rivolgersi a Raffaele Lombardo) che il magnate delle cliniche private Guglielmo Scammacca, eletto nel 2008 con il Popolo delle Libertà e transitato al Movimento per le Autonomie.
Incerta la candidatura tra le fila del partito autonomista di Dino Fiorenza, vero camaleonte della politica in salsa sicula. Eletto nel 2008 con il Partito Democratico negli anni è passato prima in Futuro e Libertà, successivamente Movimento per le Autonomie, nelle ultime fasi della legislatura transitato all’Ars nel gruppo misto.
Incognita assoluta quella di Toti Lombardo, il giovane figlio dell’ex Governatore secondo numerosi organi di stampa sarebbe il candidato di punta nel collegio di Catania. In realtà Lombardo padre ha più volte smentito questa ipotesi.

Rosario D’Agata

Partito Democratico, fronte compatto ? Il senatore Enzo Bianco, in auge per la candidatura a Sindaco di Catania nel 2013 punta su due candidati. Rosario D’Agata capogruppo al Comune etneo del Pd, e Daniele Capuana di Liberal PD. Verso la riconferma Concetta Raia, originaria di Grammichele, lo stesso paese di Raffaele Lombardo ma più vicina al parlamentare Giuseppe Berretta.
Ancora incertezza invece su Giovanni Barbagallo. Nonostante infatti lo statuto del partito non dia la possibilità di ricoprire tre mandati e lo stesso abbia, in una lettera, annunciato la sua non candidatura, il suo nome rimane attualissimo per una deroga e una nuova corsa verso Palazzo dei Normanni. Eletto nel Partito Democratico e transitato nel partito di Rutelli (API) sicuro candidato anche Beppe Spampinato, nominato nel maggio 2012, in uno dei tanti rimpasti di Lombardo, Assessore alla famiglia. Più a sinistra ufficiale il nome di Claudio Fava ma ancora poche notizie sui candidati della sua lista.

La Destra, Grande Sud, Movimento Popolare Siciliano e gli altri: Nei partiti con percentuali minori possibile la candidatura di Ruggero Razza, ex vicepresidente alla Provincia di Catania e candidato a Governatore nel 2008 per La Destra- Fiamma Tricolore quando ottenne l’1,6% (45.000 preferenze). Nel partito di Gianfranco Miccichè, Grande Sud, probabile la candidatura di Nello Catalano ex Udc ed ex vicepresidente della Provincia Regionale di Catania.
Sul Movimento Popolare Siciliano, ancora incertezza riguardo al nome dell’imputato nel processo Iblis per concorso esterno in associazione mafiosa Giovanni Cristaudo, eletto nel 2008 con il Popolo delle Libertà. Sicuro invece il nome di Puccio La Rosa, candidato per Futuro e Libertà e consigliere comunale a Catania.

Movimento 5 Stelle: Alcuni tra i volti nuovi della politica siciliana, rappresentati dal candidato Governatore di origini nissene, Cancelleri nel collegio di Catania sono Tommaso Currò fisico di Catania, Santina Raciti giovanissima di 22 anni ed Angela Foti di origini acesi.

Dario De Luca

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com. Tema: Adventure Journal di Contexture International.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: