LA PROPOSTA

Ddl anticorruzione, pena aumentata

Il reato di corruzione per politici e pubblici ufficiali
sarà punito con un massimo di 5 anni di reclusione

 

Paola SeverinoPaola Severino

MILANO – Aumenta a cinque anni la pena massima per il reato di corruzione nell’esercizio di una funzione pubblica. È questa la novità principale dell’emendamento del governo al ddl anticorruzione depositato dal ministro della Giustizia Paola Severino. Fino ad oggi la pena massima prevista dal codice penale «per il pubblico ufficiale che, in relazione all’esercizio delle sue funzioni o dei suoi poteri, riceve, per sé o per un terzo, denaro o altra utilità o ne accetta la promessa» variava dai 2 ai 4 anni. 

IL DIBATTITO – La proposta del Governo sulla corruzione è ora all’attenzione delle commissioni riunite Affari Costituzionali e Giustizia della Camera. L’ufficio di presidenza delle commissioni, che si riconvocheranno sul punto l’8 maggio, ha stabilito che il termine per i subemendamenti scadrà il prossimo 4 maggio.

Categorie: Uncategorized | 1 commento

Navigazione articolo

Un pensiero su “

  1. mauro

    sempre troppo poco, anche perchè nel nostro paese (volutamente con la minuscola) delle banane la pena non è mai effettiva..alla corruzione si applichi anche la confisca totale dei beni a chiunque della famiglia intestati…colpire il portafoglio

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com. di Contexture International.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: