Mi dispiace farvi vedere queste immagini ma purtroppo questa e’ la realta’ di una famiglia brontese marito e moglie trentenni che vivono a Bronte in Via Leonardo da Vinci n. 28, senza luce, senza gas, al freddo con due mini vani di circa 12 metri quadri ciascuno. Ho avuto l’autorizzazione da parte loro sia a scattare queste foto e sia a pubblicarle sul mio blog. Invito e faccio un accorato appello ai cittadini, ai servizi sociali del comune, alle associazioni di volontariato, alla chiesa ed a tutti le persone di buona volonta’ che hanno amore verso il prossimo ad intervenire con un aiuto concreto. Rivolgetevi ai servizi sociali del Comune e tramite loro date il vostro prezioso aiuto. Non si puo’ vivere in queste condizioni nel 2012, spendiamo miliardi per opere faraoniche e poi ci dimentichiamo delle cose piu’ importanti . Le prime foto sono state scattate senza il flash e notate il buio pesto, quel po’ di luce viene dalla pubblica illuminazione, mentre le altre sono state scattate con il flash. E’ chiaro che da parte mia presentero’ immediatamente una interrogazione consiliare e questa volta non accettero’ le offese di nessuno da parte dei servizi sociali perche’ questa situazione e’ INACCETTABILE. Ed infine Le chiedo Sig. Sindaco di questo Comune dove Lei si pregia di amministrare ed a volte rimprovera i consiglieri dell’opposizione che devono essere fieri del paese in cui vivono e di non stare nel paese di Roccacannuccia ( frazione di Nardo’ in provincia di Lecce- Puglia) e proprio per questo motivo bisogna aiutare chi ha piu’ bisogno e non considerare i cento e passa milioni di euro che si stanno spendendo a Bronte per le strade e poi’ non riesce a trovare un migliaio di euro per aiutare chi veramente ha bisogno. Se puo’ Sig. Sindaco e secondo i suoi impegni si faccia accompagnare dal suo autista in tale Via dove vive questa famiglia e tocchi con mano e veda con i suoi occhi che Bronte non e’ il paese dei balocchi.

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com. di Contexture International.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: