Ministro degli Esteri in visita a Catania accolto dal Presidente della Regione Lombardo

 

 

 

 

“Più dialogo Mediterraneo-Ue”
 

 

CATANIA – Ad ispirare l’azione del nostro governo nell’area del Mediterraneo “è anche quella che chiamo ‘lo spirito di Sicilia’: cioè quel sentimento di apertura e tolleranza che contraddistinse il felice periodo arabo-normanno, in cui nell’Isola convissero nel reciproco rispetto per le diverse fedi e tradizioni le comunità latina, greco-bizantina, ebraica e araba”. Il ministro degli Esteri, Giulio Terzi, ha inaugurato con queste parole a Catania il forum interistituzionale ‘Vecchi e nuovi attori nel Mediterraneo che cambia’.

“Questo spirito di apertura – ha aggiunto il responsabile della Farnesina – continua a distinguere i siciliani, come confermato anche dal generoso ricovero dei feriti libici negli ospedali di Palermo”. Terzi, nel suo intervento, ha citato anche don Luigi Sturzo, ricordando che è nato a poche decine di chilometri da Catania: “Lui sottolineò l’importanza – ha detto – che i cattolici non agissero nella loro partecipazione alla vita politica come unici depositari della religione ma come rappresentanti di una tendenza popolare nazionale nello sviluppo del vivere civile, animato da quei principi morali e sociali che derivano dalla civiltà cristiana”.

“Dobbiamo muoverci in un quadro di rispettoso sostegno al cammino dei popoli del Nordafrica verso un modello economico maggiormente diversificato, basato su attività capaci di generare alti livelli di occupazione”, ha continuato Terzi. “Contiamo molto sulle iniziative internazionali – ha aggiunto il responsabile della Farnesina – sosteniamo ad esempio l’esigenza che l’Ue avvii al più presto negoziati per accordi di partenariato con Libia e Algeria, che consentano anche di regolamentare la sensibile materia della pesca. Vorrei poi ricordare l’effetto moltiplicatore di potenza dei programmi finanziati dall’Ue nel quadro della politica di vicinato. Ne abbiamo conferma ad esempio dal programma Italia-Tunisia, gestito proprio dalla Regione siciliana”.

L’INTERVENTO DEL PRESIDENTE LOMBARDO – “La Sicilia è il naturale punto di incontro e di sintesi fra i popoli e le culture mediterranee. Il Forum di Catania è l’occasione per riprendere a parlare di quello che occorre fare da noi, per non subire soluzioni altrui. La ‘Primavera Araba’ e il disagio diffuso presso i popoli mediterranei schiacciati dalla crisi finanziaria sono le ragioni ineludibili per rivedere criticamente tutta la politica mediterranea, aggiornarla e rilanciarla”. Il presidente Lombardo, dopo aver definito “anacronistico” l’arroccamento degli Stati membri a difesa dei vecchi poteri nazionali, le cui conseguenze si avvertono “nell’impotenza a fronteggiare la crisi finanziaria” ha affermato che non esiste una politica estera europea, aggiungendo che “nell’attuale fase evolutiva del mondo arabo, fallite le politiche dei principali Stati membri, praticamente l’Europa non esiste ancora”.

“Le Regioni – aggiunge Lombardo – sono lo snodo in cui la dimensione locale confluisce con gli altri livelli di governance e possono trasmettere le proposte e l’energia che promana dai territori e dalle specificità locali all’Ue, anche attraverso gli strumenti creati per favorire la cooperazione mediterranea. La Sicilia sta contribuendo a questo progetto dotandosi delle infrastrutture indispensabili per risultare attrattiva. Abbiamo di recente riconquistato il terminale ferroviario, stradale, marittimo e aereo dell’asse principale Nord-Sud della Rete transeuropea dei trasporti Ten-T. Per questo rivendichiamo la rapida realizzazione del ponte sullo Stretto di Messina e di tutte le opere connesse a partire dall’alta capacità e alta velocità ferroviaria. Stiamo facendo dei porti siciliani, in vista del collegamento ferrato attraverso il ponte, i terminali al centro del Mediterraneo di tutto l’entroterra europeo”.

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com. di Contexture International.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: