Si va ad elezioni a Catania – eliminato un black bloc – Stancanelli: “scelgo Catania!” leggi la sentenza allegata

sentenza di stancanelli incompatibile

STANCANELLI INCOMPATIBILE

21/10/2011 –

Niente piu’ doppio incarico per i parlamentari-sindaci. La Corte Costituzionale, decidendo sul caso Stancanelli, senatore del Pdl e sindaco di Catania, ha bocciato la legge n.60 del 1953 nella parte in cui non prevede l’incomapatibilita’ tra la carica di parlamentare e quella di sindaco di un comune con piu’ di 20mila abitanti.

A sollevare la questione dinanzi alla Consulta e’ stato il Tribunale civile di Catania, al quale un elettore, Salvatore Battaglia, aveva fatto ricorso. Candidatosi a sindaco di Catania nel giugno del 2008, quindi dopo essere stato eletto due mesi prima senatore del Pdl, Raffaele Stancanelli aveva mantenuto il doppio incarico.

La decisione della Consulta – la n.277 – ha tuttavia valore per tutti quei parlamentari divenuti sindaci di grandi citta’ e che dovranno dunque scegliere quale dei dunque incarichi mantenere.

Il commento di Vittorio Musarra

I doppi, tripli …. o più incarichi sono semplicemente una vergogna.
In particolare per i sindaci, la legge sull’incompatibilità, affermata dalla consulta, dovrebbe essere valida per tutti i comuni a prescindere dal numero degli abitanti.
Che senso ha che il nostro sindaco è presente solo due giorni la settimana, e poi nomina persone esterne, tanto per dire…, per far fronte ai problemi dei cittadini.
Questi personaggi certamente non sono dei super uomini e che possano svolgere come si deve il loro compito, ma sono solo persone avide di potere.

 

vittorio.musarra@dontesta.it
Vittorio Musarra
 
[youtube-http://www.youtube.com/watch?v=YHJ402YwRto&feature=player_embedded#!]
 
Categorie: Uncategorized | Tag: , , , | 1 commento

Navigazione articolo

Un pensiero su “Si va ad elezioni a Catania – eliminato un black bloc – Stancanelli: “scelgo Catania!” leggi la sentenza allegata

  1. Vittorio Musarra

    I doppi, tripli …. o più incarichi sono semplicemente una vergogna.
    In particolare per i sindaci, la legge sull’incompatibilità, affermata dalla consulta, dovrebbe essere valida per tutti i comuni a prescindere dal numero degli abitanti.
    Che senso ha che il nostro sindaco è presente solo due giorni la settimana, e poi nomina persone esterne, tanto per dire…, per far fronte ai problemi dei cittadini.
    Questi personaggi certamente non sono dei super uomini e che possano volgere come si deve il loro compito, ma sono solo persone avide di potere.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com. di Contexture International.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: