Sarebbe bene chiamarla solo ” SAGRA DEL PISTACCHIO” se poi vogliamo essere piu’ precisi possiamo aggiungere ” INTERNATIONAL” ma non nel senso che siamo diventati famosi nel mondo ma solo perche’ Bronte lavora il proprio pistacchio e quello di tutto il mondo. Ora Sig. Sindaco Le sembra corretto che qualcuno usurpa il buon nome del nostro paese solo per inserire nel mercato prodotti che provengono da altri paesi, quali Turchia, Siria e tantissimi paesi medio orientali. Sara’ l’evoluzione dei mercati ma un merito va riconosciuto a Lei Sig. Sindaco cioe’ quello di aver fatto quasi triplicare il prezzo del nostro prodotto dai 4.5€ di alcuni anni fa agli attuali 13.50€ o 14.00€. Ma considerando l’enorme quantita di pistacchio estero che oggi si lavora a Bronte il prezzo reale, se non ci fosse stato quello estero, poteva tranquillamente oscillare dai 25,00 ai 30,00 euro al chilo di tignosella. Certo il mercato e’ libero pero’ Bronte con il suo pistacchio e’ unico e bisogna difenderlo con tutti i mezzi principalmente nel rispetto dei nostri cittadini e dei nostri avi che hanno mantenuto e continuano a farlo un prodotto, che oggi ancor piu’ di prima ci siamo accorti e non solo noi che e’ unico al mondo.

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com. di Contexture International.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: