Tutto come previsto, il disastro che l’assessore Petralia sta provocando al Comune di Bronte e’ inverosimile. Come precedentemente accennato la revoca parziale della delibera che prevedeva la vendita dei capannoni della zona artigianale sta producendo i suoi amari frutti. Per capirci e per ricordare che quella delibera di revoca era stata approvata dalla maggioranza consiliare per salvare l’assessore Petralia dai vari reati penali in cui si era infilato in quanto assegnatario del capannone n. 4. Quindi mancata entrata di € 3.200.000,00 circa tale da compromettere pesantemente il patto di stabilita’ che al 27/07/2011 sfora € 2.044.000,00. Non solo sempre per peggiorare tale precaria situazione i consiglieri di maggioranza approvano un rinvio del regolamento per la vendita di beni immobili solo per presentare alcuni insignificanti emendamenti. Come si evince dalla delibera allegata la situazione finanziaria del Comune di Bronte ad oggi e’ molto grave se non GRAVISSIMA. Saranno sospesi tutti i pagamenti nei confronti dei debitori fino al 2012 e sicuramente ci sara’ a mio avviso, spero di no, il blocco degli stipendi dei dipendenti comunali dei mesi di Novembre, Dicembre e tredicesima che verranno postergate nel 2012.

deliberagiunta115 del 08/08/2011

Categorie: Uncategorized | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by WordPress.com. Tema: Adventure Journal di Contexture International.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: